Avete presente quanto siete al teatro o ad un concerto e rimanete estasiati di fronte a quello sfavillante susseguirsi di luci e giochi d’ombre? Ecco, l’onore e il prestigio di giocare con l’illuminazione spetta al light designer: colui che dispone dell’allestimento, della sistemazione e del cablaggio di tutte quelle apparecchiature che danno luce alla messa in scena. Una sorta di copione in cui sono i raggi che popolano il palco.

Un tempo il ‘tecnico delle luci’ doveva limitarsi a far si che gli abiti si potessero vedere. Ora le esigenze sono cambiate, ora il light designer deve interpretare le emozioni e comunicarle attraverso l’illuminazione, deveessere l’autore di veri e propri spettacoli luminosi.

Dunque, un po’ artisti un po’ tecnici. Sono diverse le competenze che deve possedere il light designer: dall’illuminotecnica, alla fisica, all’elettronica, e sebbene le competenze tecniche siano necessarie è fondamentale avere uno spirito creativo.

Quella del light designer è tra l’altro una carriera che può dare grandi soddisfazioni: ‘la figura del light designer è sempre più richiesta’. Parola di Marco Filibeck, intervistato da La Repubblica, e soprattutto il mago delle luci del Teatro La Scala. Filibeck è convinto che nel suo settore ci sia ampio spazio per i giovani in cerca di occupazione. ‘Questo mestiere– afferma – ha fatto la sua comparsa alla fine degli anni sessanta, grazie a Giorgio Strehler che si può considerare una sorta di Caravaggio del teatro per l’innovazione che ha portato in scena. E oggi sta trovando spazio in campi in cui prima non aveva peso come quello della moda’.

E noi ci auguriamo che sia proprio così, perché ‘udite udite’ che iniziativa ‘splendente’ la regione Marche sta proponendo: un corso di formazione professionale di light designer. Interamente gratuito, il corso è rivolto ad ambo i sessi che abbiano tra i 18 e i 65 anni, che vivono in territorio marchigiano.

Per noi, cultori dell’illuminazione, amanti della luce in tutte le sue forme, questa ci sembra un’opportunità da scegliere al buio.

Dunque, il link ve lo diamo noi https://www.sipariobisbis.it/light-designer/ma l’iscrizione al bando spetta a voi… che vinca il migliore!